(S)montati a dovere


Ormai lo sapete: all’Arsenale dell’Accoglienza c’è sempre fermento nell’aria. Qualcuno (fortunatamente) parte, qualcun altro arriva, ed è nostro compito reinventarci continuamente per rispondere in modo adeguato alle nuove richieste di aiuto che si presentano alla nostra porta.

In questo senso, il 2018 per noi è cominciato in modo speciale: un vero e proprio “titano” ha deciso di correre in nostro aiuto e ci ha offerto la possibilità di ottimizzare le nostre risorse. Sappiamo bene che, quando si parla di casa, anche l’occhio vuole la sua parte: è dimostrato infatti che il recupero psicofisico di una persona in situazione di fragilità passi anche attraverso il suo inserimento in un ambiente accogliente, caldo e funzionale alle diverse esigenze.

Proprio per questo IKEA, il nostro gigante buono, si è messa all’opera per trasformare alcune delle nostre case. I lavori non sono ancora conclusi, ma possiamo già dire che il risultato è sorprendente.

Non ci resta che tirare un sospiro di sollievo e rimboccarci nuovamente le maniche, felici di poter rispondere di sì a qualche richiesta di aiuto in più.